ALIMENTAZIONE MASAI

ALIMENTAZIONE MASAI

Navigando in Google capita spesso di leggere articoli o informazioni inerenti il popolo masai e avendone sposato uno convivendoci e frequentando i villaggi masai da quasi dieci anni, mi chiedo come si possano divulgare informazioni che di tutto hanno meno del vero e sicuramente per mancanza del contatto diretto! Innanzi tutto, visto il titolo di questo articolo, tengo a precisare che assolutamente non bevono urina ne di capra ne di mucca o altro.

La dieta masai consiste nel bere latte appena munto, polenta di mais bianco, frutti di bosco, miele, Kazawa che tradotto sono radici di albero con il sapore delle patate bollite e occasionalmente pezzi di carne e sangue. In questi ultimi anni, tuttavia, a causa del clima che in Africa sta cambiando gli effetti cadono sul bestiame, il latte è diventato un bene prezioso quanto l’oro per i Masai, e altrettanto raro. Le mucche producono molto meno latte adesso e a malapena è sufficiente per nutrire i loro vitelli, per non parlare dei Masai che dipendono da esso. A causa di questo cambiamento, i Masai hanno dovuto cambiare la loro alimentazione, lontano dai prodotti a base di lattosio, dati loro dal loro bestiame gratuitamente, e si sono orientati verso il mais che la maggior parte di questo popolo coltiva insieme a patate e fagioli, mentre altri tipi di verdura che devono essere comprate. DSCN0913 Ciò ha anche comportato la deforestazione di ampie aree di pascoli per motivi di terreno agricolo, che ha aumentato la pressione sul loro stile di vita pastorale. I guerrieri in questi giorni trascorrono la maggior parte dell’anno lontano da casa, lavorando in città e luoghi turistici per guadagnare denaro per poter nutrire le loro famiglie. Un tradizionale pasto masai oggi consiste di ugali, polenta bianca, fatta di farina di mais bianco, mangiata con latte e verdure o anche da sola in mancanza di altro. Verdure comuni qui sono patate, carote, peperoni, cavoli, pomodori, spinaci e fagioli. Di solito sono fritti in olio con qualche cipolla bruciata e poi cotti in una spruzzata di latte. Non si usano spezie, solo sale. Il riso è disponibile per essere acquistato, ma poiché il suo prezzo è elevato, viene consumato solo in occasioni speciali, come le cerimonie o in occasione di qualche ospite. Come potrete osservare nella prossima foto, per loro abitudine, si forma un cerchio attorno alla pentola contenente polenta appena cucinata, con le mani formano una pallina così che raggiunga la temperatura adatta per ingerirla. Ora si comincia a reperire anche qualche cucchiaio, ma fino ad un paio di anni fa cercare di comprarne uno era quasi impossibile, se poi pensiamo alle forchette è ancora più difficile (in savana si alimentano solo con le mani per qualsiasi pietanza).DSCN1043Oggi anche la carne è diventata quasi un oggetto di lusso, nell’anno 2017 la Tanzania è stata colpita da una forte siccità, è mancata la tradizionale stagione delle piogge mancando così cibo e acqua per il bestiame con risultati drastici per il popolo della savana, di media hanno perso anche 40 capi per villaggio e rimasti a zero per chi aveva poche capre e mucche, adesso per cause di forza maggiore mucche e capre vengono macellate solo quando c’è bisogno di nutrire molte persone, come ad esempio in occasione di cerimonie oppure vengono vendute solo nel caso di bisogno economico. E’ incredibile come la mucca viene macellata, in modo che definirei quasi professionale ed è divisa tra uomini e donne. Per cultura e tradizione le donne mangiano con le donne e gli uomini mangiano con gli uomini, solo i piccoli bambini possono stare con chi preferiscono, oppure ospiti mzungu (noi bianchi).
Mucche, capre e pecore hanno delle parti destinate da suddividere fra guerrieri, anziani, donne e bambini in quanto per cultura masai hanno benefici diversi per compiti diversi.grigliata masaiLo stomaco di una capra è destinato agli uomini nel tradizionale brodo di carne che ha proprietà medicinali ed è bevuto da tutti coloro che desiderano farlo. Lo stomaco di una pecora è tuttavia designato alle donne, come i suoi quarti posteriori, mentre i polmoni e il petto sono per i ragazzi non circoncisi. Le ragazze prendono la schiena di una capra o di una pecora.  Il sangue viene bevuto direttamente dalla carcassa mentre viene macellato beneficiando delle fresche proprietà. In altre occasioni, la vena di una capra o di una mucca viene tappata con un arco e una freccia o un ago e il sangue viene catturato in una tazza e mescolato con olio di capra o pecora o miele come rimedio tradizionale per ferite o senza dolore.  Per loro cultura il sangue di mucca e capra significa bevanda ad alto contenuto proteico , ricostituente, energizzante. E’ curativo come per noi una vitamina, dicono sia una bevanda molto dolce e squisita, aiuta a rinforzare le loro difese immunitarie donando loro più forza!

Sangue di mucca

Il mais necessario per cucinare ugali, polenta bianca, deve essere comprato o piantato ed è quindi costoso, così come lo sono le verdure e spesso non sono disponibili in quantità sufficienti per nutrire grandi famiglie Masai. I Masai quindi mangiano spesso ugali e capita che mangino anche solo una volta al giorno per mancanza di soldi. L’anno 2017 il popolo residente in savana ha vissuto un duro colpo anche per l’agricoltura in assenza della stagione delle piogge, interi campi di mais, fagioli, patate, cipolle bruciate dal sole e la siccità. Alcuni villaggi pur avendo denaro non trovavano niente da comprare e in molti hanno sofferto la fame causa il meteo. Ora che siamo nell’anno 2018 e per dispetto dell’anno passato sta piovendo tutti giorni anche quando non dovrebbe, bestiame e agricoltura finalmente sono in crescita. CHAI MASAISTORIE E CULTURA

ARRIVARCI E CONTATTO:

Maasai Travel effettua una serie di partenze con destinazione villaggio maasai in Tanzania comprendendo una vasta gamma di date di partenza e attività per soddisfare i diversi gusti. Siamo eccitati all’idea di mostrarti questo nostro grande popolo maasai!

Email di contatto: allascopertadelvillaggiomasai@gmail.com

By Maasai Travel Life

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...