ANJA STECHER

LA STORIA DI ANJA STECHER:

IL RACCONTO DI UN VIAGGIO IN TERRA MAASAI:

Tutto ha avuto inizio il primo giorno di settembre dell’anno 2017:

Era la prima volta che ricevevo un messaggio da Cristina in messenger dove mi scriveva;

“ciao piacere, ma lo sai che tuo marito è cugino di marito? Mi farebbe davvero piacere conoscerti visto non siamo distanti di casa in Italia.”

Dopo qualche rapido scambio di messaggi abbiamo chiarito la situazione, cioè che non ho un marito o compagno maasai, ma che avevo preso a cuore la causa maasai e che volevo aiutare in qualche modo quel popolo, così ci mettemmo d’accordo di incontrarci in savana visto che entrambe saremo partite a breve.

Così fu e nel gennaio 2018 ci siamo incontrate.

Ci avete ospitati, ci avete fatto vedere la vostra casa e ci avete offerto un “Caffè Mokka” (un vero caffè italiano), ci siamo subito “capite” e da quell’istante è nata un’intesa, ci siamo raccontate le nostre esperienze con la gente tanzaniana, i maasai, i problemi che vivono, fino a comprendere che il nostro cuore batteva per loro……

Io con una bellissima donna maasai nel villaggio di Cristina e William a Kiberashi

IL POPOLO SEMPLICE DELLA SAVANA.

Tu aiuti i maasai da casa tua e di Willy, vivere lì vi permette di seguire i progetti che avete in mente ed è così che avete coinvolto i residenti della savana a partecipare nella vostra raccolta fondi e a dare il via alla costruzione di una seconda scuola in savana. La savana è immensa, è lontana dalle grandi città e mete turistiche e per questo motivo i loro abitanti sono dimenticati da tutti!!

Noi cerchiamo di aiutare un po’ tutti con la nostra associazione denominata ASANTE, (in lingua Swahili significa grazie). Abbiamo costruito un padiglione di Radiologia e di Ostetricia nell’ospedale e continuiamo a portare vestiti, e materiale scolastico, poi facciamo educazione di igiene dentale nelle scuole, ecc.

Nel frattempo il tempo vola e ci siamo riviste già tante volte in savana, ho ammirato come è cresciuta la vostra struttura e che meraviglia siete riusciti a fare…..ci avete messo Amore e si vede in ogni dettaglio. Ho portato in Africa amici, conoscenti e la mia famiglia e con tanto piacere gli ho fatto vedere come vivete e cosa siete riusciti a fare. 

LA MORTE DELLA VOSTRA NIPOTINA;

Ti ricordi quando mi avevi chiesto aiuto per un neonato di tua cognata che purtroppo non è riuscito a sopravvivere? Dopo un paio di mesi abbiamo scoperto che la conoscevo molto bene e che le ero proprio vicina nella fase critica, solo che non sapevo ancora che era tua cognata. Mi avevi cercato al telefono, io stavo in Italia e Cristina in Tanzania. Eri agitata e non sapevi più da che parte iniziare, tu capivi che il nuovo nato era in pericolo di vita, non voleva mangiare in nessuna maniera, era già ricoverato nel nostro nuovo reparto maternità, purtroppo non c’è stato niente da fare. Abbraccio forte te e William.

IL MERCATO MAASAI DI KIBERASHI

Siamo state assieme al mercato maasai, abbiamo partecipato a feste tradizionali di questo grande popolo e ogni volta che torno in Tanzania per seguire i nostri progetti non può mancare la visita a casa vostra. In Italia non siamo riusciti a incontrarci subito, pur vivendo vicini……in Tanzania invece si, ce l’abbiamo fatta, questo rispecchia la dimensione di quei luoghi, dove i rapporti umani vengono ancora prima di qualsiasi altra cosa. Sono passati due anni e nel frattempo ci siamo trovate anche in Italia…..Willy mangia lo “stinco di maiale” da me a Bolzano e voi mi fate conoscere la vostra casa a Trento accompagnandomi a conoscere dei luoghi che non avevo mai visto, in quei precisi istanti mi sembravate in versione “guide maasai” in Trentino, bellissimo.

Entrambe cerchiamo di aiutarci… Io vi ho portato dei vestiti per i bimbi, voi mi avete regalato un computer da portare in Tanzania e sta nascendo un’altro progetto in comune tra Voi, Asante e il Villaggio Masai:

Una collaborazione meravigliosa che nasce dall’amore che ci lega a questo grande Popolo Meraviglioso tutto da scoprire…

Grazie della vostra preziosa amicizia …..nakupenda sana…..e in bocca al lupo per il vostro futuro in Tanzania ️

Un abbraccio 

Anja

La pagina Facebook di Asante Onlus (in lingua swahili significa grazie); https://www.facebook.com/asantekileguru/